';
Food & Beverage / 2017
Food & Beverage / 2017
Comments
Share
Info_progetto

BERBERÈ VERONA

Luogo  Verona
Anno  2018
Cliente  Berberè
Status  Realizzato

Descrizione_progetto

A pochi passi da Piazza delle Erbe, cuore pulsante della città scaligera e una delle piazze più belle e suggestive d’Italia, sorge il nuovo locale di via Pellicciai 2.

Come negli ultimi progetti, anche in questo caso si sono valorizzati gli interni mixando arredi vintage, che rimandano agli anni ’20 e ’50, al gusto contemporaneo dato dai colori pop accessi ed energici.

Il ristorante è articolato su due piani. Al pianterreno la cucina a vista, elemento che connota i locali Berberè ponendo al centro la trasparenza nella preparazione del prodotto, è caratterizzata da un’importante bancone in legno che occupa gran parte della sala. Le pareti si caratterizzano per una boiserie composta da un mosaico di piccole mattonelle dal sapore retrò, mentre in sala si alternano tavoli in legno di ciliegio e altri con il top in formica dai colori pastello. Anche i lampadari, realizzati come negli altri locali da un laboratorio artigianale di Firenze (Soprattutto Paralumi), sono stati scelti per ricreare l’atmosfera e le suggestioni del passato. Nel piano interrato la boiserie è di colore rosa-aranciato che contribuisce a vivacizzare la sala.

Come per gli altri locali, altro elemento caratterizzante è la presenza del wall-paiting. Questa volta ci si è affidati alla visual artist Percy Bertolini, che già ha connotato il locale di Milano Navigli, la quale ha realizzato una doppia opera: al pianoterra il mezzo busto di un bambino aviatore, che compare a figura intera a cavallo di un aereo giocattolo nella parete grande della sala interrata. Le grafiche dei manifesti appesi alle pareti riprendono e rielaborano immagini storiche della Verona di inizio secolo, riprendendo in chiave iconica alcuni simboli storici che caratterizzano la città scaligera, come la famosa costola di balena o la torre dei Lamberti. L’obiettivo comune è stato creare un locale vivace, dai colori pop, caldo e accogliente, un ponte fra passato e futuro.

L’allestimento, la comunicazione interna, la grafica e la brand identity sono state curate da Comunicattive.

Wall painting: Percy Bertolini. Fotografie: Bruno Gallizzi.